Chiesa di San Donato

chiesa-san-donato-galleria-3

La pieve di San Giovanni era l’antica pieve chiannerina situata fuori dalle mura castellane (menzionata nella bolla di Papa Alessandro III al vescovo Sant’Ugo, datata 29 dicembre 1171) e forse per la sua distanza dal centro abitato nel 1437 la pieve era diroccata e probabilmente alla fine di quel secolo il titolo di Pieve passò alla Chiesa di San Donato che già esisteva nel 1275.
La chiesa fu ampliata agli inizi del 1800, l’antica chiesa era rivolta ad oriente con ingresso ad occidente (dall’esterno sono visibili gli stipiti e l’arco dell’antico ingresso). L’altare maggiore realizzato alla fine del 1600 inizi 1700 per la Chiesa di San Pietro in Bagnara (Massa) fu acquistato dal popolo di Chianni al prezzo di 4000 scudi all’inizio del 1800. Il catino absidale fu affrescato da Antonio Gaioni nel 1961. In una delle quattro cappelle è conservato il quadro della Sacra Famiglia di Giovan Battista Tempesti. Nella tribuna posta sopra l’ingresso della chiesa è situato il quadro raffigurante Sant’ Antonio da Padova con Gesù Bambino, il dipinto è riferibile a Ventura Salimbeni, pittore senese operante tra il XVI e XVII secolo. Altri affreschi nella parte centrale della chiesa sono del pittore Enrico Fornaini dipinti nel 1991.