La Storia della Sagra

articolo-storia-sagra

La Sagra del Cinghiale di Chianni nasce nel lontano ottobre 1976 per volontà di alcune persone impegnate in associazioni culturali e sportive, con il preciso scopo di fare conoscere, nella provincia, la comunità di Chianni e la sua cucina contadina antica nelle origini.

Una lunga storia

È difficile, a distanza di anni, ripercorrere le tappe che hanno determinato la nascita di questa sagra che è diventata, col passare del tempo, la festa più importante per la nostra comunità e per il nostro paese. Lo si può fare solamente abbandonandosi ai ricordi, alle testimonianze e ai racconti che ci vengono tramandati e ripetuti nelle serate nei bar o davanti ad un bicchiere di vino da parte di coloro che, fortunatamente, hanno vissuto direttamente quella fervida stagione ed hanno condiviso idee, slanci, impegno, aspettative, discussioni, risate, arrabbiature con l’intento finale di creare qualcosa che caratterizzasse Chianni, la sua gente, le sue peculiarità e che, soprattutto, lasciasse un segno tangibile nel tempo delle sue potenzialità e di alcuni aspetti qualitativi.

Resta tuttavia innegabile e significativo, anche a futura memoria, il merito di tutti coloro che hanno contribuito alla creazione di questa sagra; se esistesse un premio pubblico o qualifica onoraria essi ne sarebbero certamente degni rappresentati. Le testimonianze, i ricordi ed i racconti sulla nascita di questa festa di Aldo, Silvano, Roberto, Fernando, Silvano, Cecco, Bruno, Vinicio e dei tanti che erano presenti sono frammentari, a volte confusi e discordanti dato il tempo passato, però la maggior parte conferma il fatto che alla realizzazione concorsero le Associazioni presenti in quel momento: il Comitato Culturale, il coordinatore, i cacciatori e la neonata U.S. Chianni oltre, naturalmente, l’Amministrazione Comunale.

In seno al Comitato nacque l’idea di promuovere una festa legata alla caccia o all’agricoltura per la valorizzazione dei prodotti locali; così, in collaborazione con l’Associazione dei cacciatori e con l’Unione Sportiva Chianni venne elaborata e vide la luce la prima Sagra del Cinghiale.

Testi di Massimo Fattorini